Oggi sono ritornata a visitare la Villa Medicea della Petraia e nonostante non avessi programmato nulla mi sono imbattuta subito in una delle due guide turistiche pronta

Villa Medicea della Petraia. Sono 14 le ville candidate ad ottenere il riconoscimento Unesco

Villa Medicea della Petraia. Sono 14 le ville candidate ad ottenere il riconoscimento Unesco

a fare da Cicerone. L’ho visitata nuovamente molto volentieri per la bellezza della Villa con le sue suggestive decorazioni pittoriche, con curiose stanze come quella del gioco, dove tra gli altri ci sono gli scacchi, il filetto, il flipper cinese tutto di legno che serviva per imparare la matematica divertendosi. Si trovano poi le poltrone posizionate di fronte, che venivano utilizzate per parlarsi vis à vis, con uno spazietto al centro utilizzato per posizionare un portacenere o un vassoio per i bicchieri. Sembra di vederla popolata quella sala! E appeso al muro il “Nobilissimo Gioco della Mea” E’ così bella che la Villa con il suo curatissimo ed importante giardino hanno illuminato questa giornata un po’ buia e piovosa. Proprio oggi è stata diffusa una notizia molto importante, dopo che L’Icomos “International Council ON Monuments and Sites” ha espresso valutazione positiva affinché quattordici ville e giardini medicei della Toscana entrino a far parte del patrimonio mondiale dell’Unesco. La candidatura era stata presentata dall’Italia già nel 2012 ed è stata promossa e finanziata alla Regione Toscana con il coordinamento ed il supporto tecnico specifico dell’Ufficio Patrimonio Mondiale Unesco del ministero per i Beni e le Attività Culturali e con l’ausilio di una raccolta firme a cui aveva aderito anche il mensile Vanity Fair/Traveller. Le ville coinvolte da questo prestigioso riconoscimento sono: Giardino di Boboli (Firenze) e il Giardino di Pratolino (Vaglia, Firenze), Villa di Cafaggiolo (Barberino di Mugello, Firenze), Villa Il Trebbio (San Piero a Sieve, Firenze), Villa di Careggi (Firenze), Villa Medici di Fiesole (Fiesole, Firenze), Villa di Castello (Firenze), Villa di Poggio a Caiano (Prato), Villa La Petraia (Firenze), Villa di Cerreto Guidi (Firenze), Palazzo di Seravezza (Lucca), Villa La Magia (Quarrata, Pistoia), Villa di Artimino (Carmignano, Prato) e Villa di Poggio Imperiale (Firenze).
Il responso dell’Unesco verrà dato a giugno, quindi incrociamo le dita perché credo che l’ottenimento di questo importante traguardo vada incontro alla necessità sempre costante di valorizzare e tutelare maggiormente il nostro patrimonio storico.

 

Comments

comments

Adele
ABOUT THE AUTHOR:

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.