Oggi ricorre la Giornata Mondiale del libro e del diritto d’autore, nata per promuovere la lettura come elemento di creatività e crescita personale e collettiva, per la pubblicazione dei libri e la tutela del copyright.

E non mancano le iniziative per celebrare online questa giornata, nata per  per iniziativa dell’Unesco nel 1996

Rivedi il video della Giornata Mondiale del Libro con oltre 100 lettori qui sotto!

Potete seguire da qui l’iniziativa della Fondazione De Sanctis che in collaborazione con il Centro per il libro e la lettura, organizza la sua prima maratona letteraria in streaming, con oltre cento ospiti. Con i saluti del Presidente del Senato della Repubblica Maria Elisabetta Alberti Casellati, del Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina e della Vice Ministra per gli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale Marina Sereni. Conduce Paolo Di Paolo assieme a Pietro del Soldà, Franco Di Mare, Francesca Fialdini, Veronica Gentili, Vladimiro Polchi, Benedetta Rinaldi, Andrea Velardi.

La lettura è un momento così bello, così personale, che ognuno vive a suo modo, ma che è sempre bello condividere. In tempo di covid 19 e di costrizione a casa, la lettura ci ha un po’ salvato tutti, dalla noia e dalla tristezza, regalandoci distrazione, riflessione, divertimento. Comunque un momento di piacere, perché che sia un giallo da brividi, un romanzo, o una biografia, ognuno viaggia dal proprio divano immedesimandosi nei personaggi e nelle ambientazioni più diverse. La lettura è un toccasana per l’anima, e un modo rilassante per imparare qualche nuovo termine, qualcosa di nuovo, conoscere una città, scrutare il proprio “io”.
Non possiamo quindi che celebrare con gioia questo evento, giunto al venticinquesimo anno. Fu scelto il 23 aprile perché è il giorno in cui morirono nel 1616 due scrittori considerati i pilastri della cultura universale, Miguel de Cervantes e William Shakespeare. Loro che hanno dato vita a personaggi storici, entrati nel cuore di generazioni di lettori, come Don Chisciotte o Amleto.

Questa idea di celebrare la Giornata Mondiale del libro è nata in Catalogna più di 400 anni fa, la tradizione catalana vuole che proprio nello stesso giorno, in cui si celebra San Giorgio, ogni uomo doni una rosa alla sua donna in cambio di un libro. Così ancora oggi i librai della Catalogna usano regalare una rosa per ogni libro venduto il 23 aprile. Questo connubio rosa-libro ci piace tanto, è molto romantico e bello anche da immaginare. E a Barcellona la tradizionale passeggiata per le Ramblas che invade di banchetti pieni di libri e di rose era uno degli eventi più suggestivi dell’anno. Che quest’anno non si potrà fare, purtroppo.

Pensiamo a come celebrare comunque questa giornata: la Commissione Italiana dell’Unesco ha stilato un elenco di libri ambientati nelle 20 regioni italiane, due libri per ciascuna regione con l’intento di legare la narrativa al territorio e stimolare l’interesse dei lettori. “La lettura è importante oggi più che mai. Leggi e non sarai mai solo”, recita infatti lo slogan sul sito dell’Unesco che per tutto il mese di aprile ha invitato la comunità digitale ad esprimere sui social network l’amore per i libri attraverso gli hashtag  #StayAtHome e #WorldBookDay. Tramite la  pagina Facebook della Commissione chiunque sia interessato può postare i propri titoli preferiti.
Ricordiamo un titolo prestigioso dedicato alla scrittura, il Premio Strega che è uno dei più importanti riconoscimenti della letteratura italiana e viene assegnato ogni anno dal 1947 all’autore di un libro pubblicato in Italia. Gestito dalla Fondazione Bellonci, con sede a Roma. Il Premio Strega è assegnato da una commissione letteraria formata da quattrocento scrittori e scrittrici, tra i quali i vincitori delle edizioni precedenti, detti gli Amici della domenica.

E voi? Qual è il vostro libro del cuore, quello che ogni tanto desiderate tornare leggere? 

 

Comments

comments

Tags: , , , , , , , , , , ,

Adele
ABOUT THE AUTHOR:

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.