In questo periodo di restrizioni la creatività non è in quarantena. Anzi, trova spazi e dimensioni nuove e entusiasmanti. La solidarietà è sempre una bella notizia, se abbinata alla creatività, alle idee, alla genialità, è ancora più bello.

Una mascherina che può essere stampata da qualunque stampante in 3D. Questa l’idea di due giovani professionisti soletani, Giuseppe Toma e Matteo Greco. Il progetto si propone di creare, attraverso l’utilizzo di stampanti 3d, visiere protettive da donare agli ospedali del comprensorio a tutela dei medici e degli operatori sanitari impegnati nella lotta contro il coronavirus. Grazie alla collaborazione tra i due giovani con l’Associazione e ad un appello social lanciato per la ricerca di stampanti 3d e manodopera, in pochissime ore si avvia una vera e propria macchina organizzativa che vede coinvolti più di 60 maker da tutto il Salento. I due giovani hanno deciso di rilasciare in maniera totalmente gratuita un modello 3D di visiera protettiva.

La visiera è stata progettata con l’aiuto dell’Ing. Alessandro Stanca (Additive Manufacturing Specialist) che ha preso subito a cuore la causa dando un apporto fondamentale nell’ultimare il design e nel trovare le migliori soluzioni. L’iniziativa è #cifacciamoin3d in collaborazione con l’associazione Francesco Marco Attanasi Onlus. Il progetto è quello di stampare migliaia di visiere protettive e donarle agli ospedali. Grazie ad una rete di maker volontari, sono tantissimi i feedback.

L’idea era quella di creare un modello di visiera che non richiedesse la foratura del foglio trasparente per il fissaggio e che necessitasse di meno componenti possibile, al fine di facilitare e velocizzare l’assemblaggio. Per adattarsi a tutte le qualità di stampa nonché a vari spessori di fogli trasparenti è possibile scaricare 3 file che differiscono per la dimensione della fessura (sede del foglio trasparente). Il file “nominal” ha una fessura di 0,8 mm, il file “small” 0,6mm ed il file “large” 1mm.

Il consiglio è quello di utilizzare il file “nominal” che sembra adattarsi meglio, per problemi di saldatura della fessura utilizzare il file “large”.

Per ultimare la visiera in questione è sufficiente stampare in 3D il telaio contenuto nel file 3D e procurarsi un foglio trasparente formato A4, facilmente reperibile in cartoleria (copertine acetate trasparenti per la rilegatura dei fascicoli). Il telaio è predisposto per accogliere il foglio trasparente, sarà sufficiente esercitare una pressione verso l’alto della cornice più esterna per allargare la fessura e, una volta posizionato il foglio, riportare in posizione la cornice esterna per bloccare il foglio trasparente. Sarà altrettanto facile sostituire il foglio se necessario.

 

Comments

comments

Tags: , , , , ,

Adele
ABOUT THE AUTHOR:

Leave A Response

You must be logged in to post a comment.